Water lilies, Claude Monet.

Water lilies, Claude Monet.

Porco Rosso - Scenery

quando penso che ormai, a furia di sentirle sempre, le opere liriche mi vanno di traverso, mi consolo pensando a nina dobrev che deve averne le palle piene di fare da sei anni gli stessi personaggi. -,- soprattutto quella piagnona di elena. (katherine tutta la vita!)

23:13 sono al lavoro, piena di maglie e maglioncini sotto la divisa, sono rannicchiata in fondo alle scale perché fa freddo e stacco tra più di un’ ora.
agosto mio non ti conosco.

plasmatics-life:

Cherry Blossoms | Kyoto Botanical Garden (by Azul Obscura)

plasmatics-life:

Cherry Blossoms | Kyoto Botanical Garden (by Azul Obscura)

For the dancing and the dreaming

Per ogni mar navigherò

Ma non avrò paura

Le onde io cavalcherò

Se tu mi sposerai

Nè sole sai

Nè freddo mai

Mi impedirà il ritorno

Se mi prometterai il tuo cuor

E amore per l’eternità

Amato mio o mio tesor

Cerchi di stupirmi?

Parole non ti serviranno

Ti basterà abbracciarmi

Anelli d’or ti porterò

Ti canterò poesie

Da tutto ti proteggerò

Se tu vorrai sposarmi

Anelli d’or non servono

Non voglio le poesie

Le mani tue desidero

Da stringer tra le mie

Ti abbraccerò ti bacerò

E danzerò per sempre

Con te felice io sarò

Non smettere di amarmi

Per ogni mar navigherò

Ma non avrò paura

Le onde io cavalcherò

Se tu mi sposerai.

- How to train your dragon 2 - Italian version

"La nostra è un’epoca nostalgica e i fotografi sono promotori attivi della nostalgia. La fotografia è un’arte elegiaca, un’arte crepuscolare. Quasi tutti i suoi soggetti, per il solo fatto di essere fotografati, sono tinti di pathos. Anche un soggetto brutto o ridicolo può diventare commovente, se nobilitato dall’attenzione del fotografo. E un bel soggetto può suscitare sentimenti melanconici, se è invecchiato o si è deteriorato o non esiste più. Ogni fotografia è un memento mori. Fare una fotografia significa partecipare della mortalità, della vulnerabilità e della mutabilità di un’altra persona (o di un’altra cosa). Ed è proprio isolando un determinato momento e congelandolo che tutte le fotografie attestano l’inesorabile azione dissolvente del tempo."
— da Sulla fotografia di Susan Sontag. (via nevrotica)
thewicked-eternity